Digli di smettere! (tell’em to stop now!)

bas

Digli di smettere! (tell’em to stop now!)

Solo gli addetti sanno bene che una gran parte del movimento punk era nettamente contro il consumo di ogni tipo di droga: si trattava in particolare dei ragazzi provenienti dalla seconda scena, quella degli anni ’80, che non ne potevano più di vedersi in giro i fratelli maggiori perennemente fatti. Nacque così negli Stati Uniti e poco dopo in Italia un movimento contro ogni tipo di abuso chimico, poi denominato straight edge, che rigidamente predicava l’astinenza dal consumo (anche del tabacco), avendo, forse, ben compreso come l’invasione di sostanze stupefacenti nel corso di tutti gli anni ’70 aveva, per buona parte, bruciato le intelligenze giovanili e dunque reso mere utopie (nel senso che non c’era nessuno che le portasse avanti con lucidità) le proposte nascenti dalla contestazione giovanile. In Italia in particolare, dove l’eroina, di fatto sedò i moti del ‘77  studentesco, molti gruppi hardcore ed ‘oi non esitarono a comporre brani antidroga, ecco i più noti anthem del periodo:

sono passati 15 anni ma non servono gli inganni
avete tagliato i capelli ma non cambiato i cervelli
ascoltate i discharge e andate a berlino
ma il vostro dio è sempre lo spino
marijuana punk
fricchettone riciclato
sei soltanto uno scagato
lascia stare il punk

marjuana punk degli Underage


Perchè continui con l’eroina
che non ti fa reagire
perchè continui a bucarti
e non riesci più a vedere
che c’è un’ago nelle tue vene
un’ago sporco di sangue
c’è stanchezza nella tua mente
stanchezza e pesantezza
hai perso la tua voglia di essere
la tua voglia di lottare
la tua vita è come un incubo
un incubo senza fine
Perchè continui con l’eroina
che non ti fa reagire
perchè continui a bucarti
e non riesci più a vedere
No Eroina
No Eroina è la tua rovina

no eroina dei Bloody Riot

Vedi un paradiso

che non sia artificiale

Lascia perdere la polvere di stato

Non farti illudere da quel paradiso

Paradiso è per  poco tempo

poi per  per te sarà un inferno

Basta con la polvere

Noi indietro abbiamo un passato

Noi indietro abbiamo sbagliato

Quel paradiso è un’illusione

Quel paradiso è la tua distruzione, scemo

Distruggi le tue illusioni

ma non distruggere la tua vita

Basta!

basta con la polvere dei Basta


Chiusa finale: scaricate questi brani e, nottetempo, introduceteli nell’ipod del vostro bamboccione.

sXe

Annunci

~ di lexspeed su giugno 22, 2009.

10 Risposte to “Digli di smettere! (tell’em to stop now!)”

  1. SBA-NDO “ERO ERO ERO E'” (1983)

    IL RICORDO DI TE
    NON SO COME PERCHE’
    MI FA STARE MALE
    NON MI FA SOGNARE

    REGINA BIANCA
    DAL FLASH SCURO
    DAGLI OCCHI A SPILLO
    MI SEMBRI DURO

    ERO ERO ERO E’

    LEI NON FA PER ME
    MI POTRA’ TENTARE
    HO LA PELLE DURA
    NON MI FA PAURA

    BIANCA ANTISOCIALE
    CREAZIONE DEL POTERE
    PER NON FARTI PIU’ PENSARE
    PER NON FARTI RIBELLARE

    REGINA BIANCA
    DAL FLASH SCURO
    DAGLI OCCHI A SPILLO
    MI SEMBRI DURO

    ERO ERO ERO E’

    SOLO LEI POTEVA FARE
    L’ALIMENTO PER L’INFAME
    BASTA UN POCO D’ASTINENZA
    PER FAR PERDERE COSCIENZA

    ERO ERO ERO E’

  2. AVIDA “LA BUSTINA” (1982)

    Sono davanti alla scuola
    e la campanella din don dan
    mi dice che stan per uscire
    i piccoli birbanti uow uow uow
    E’ tempo di preparare la mia merce…
    Eccoli, con i loro gembiulini
    fanno un gran chiasso
    di vocette birichine..
    Vieni bambino!
    Ho una bustina in regalo per te
    si tratta di una nuova collezione
    e non importa se non c’è l’album,
    se il contenuto è sempre uguale
    perchè è di sogni la collezione che stai per fare…

    Vieni bambino bambina ti regalo una bustina
    (domani la dovrai pagare)
    vieni bambino bambina ti regalo una bustina
    (domani la dovrai pagare)

    E se la maestra brutta stronza ti dà un quattro a geografia
    apri la bustina ci tuffi il nasino e tutto passa via
    e se il preside pitocco viene in classe e te la mena
    te ti chini sotto il banco e zitto zitto ti fai un’endovena

    Vieni bambino bambina ti regalo una bustina
    (domani la dovrai pagare)
    vieni bambino bambina ti regalo una bustina
    (domani la dovrai pagare)

    E quando poi a casa ti annoi a fare i compiti
    zitto zitto ti frughi nelle tasche
    e tiri fuori la tua bustina
    poi stai seduto lì nella tua camerina
    con i libri davanti agli occhi non esci a giocare
    e la mamma che ti vede così intento a studiare
    ti dà una carezza e ti dice :
    “Bravo, il mio bambino
    che vuole diventare intelligente
    peccato che il visino
    sia un po’ palliduccio (bisognerà fare una cura)”

    Vieni bambino bambina ti regalo una bustina
    (domani la dovrai pagare)
    vieni bambino bambina ti regalo una bustina
    (domani la dovrai pagare)

    Dovrai, dovrai..
    dovrai pagare tutto

    Vieni bambino bambina ti regalo una bustina
    (domani la dovrai pagare)
    vieni bambino bambina ti regalo una bustina
    (domani la dovrai pagare)

  3. Il movimento hardcore straight edge nasce con i Minor Threat di Ian McKaye, che scrissero anche la canzone dal titolo “straight edge” che è presente sul primo s/t 7″EP del 1981. Altri gruppi di spicco della scena sXe erano: Judge, Gorilla Biscuits, Youth Of Today, 7 Seconds (che hanno coniato il termine “positive hardcore”), SS DECONTROL

  4. ottimi questi testi, dove si trovano i brani che hai riportato?

  5. “Ero ero ero è” la trovi qui http://digilander.libero.it/sbando_website/

    • per la precisione, “Ero ero ero è”, insieme ad “Inedia”, sono inserite nella compilation “St. Anthony’s fire” LP 1983 Grillo Records.

      “INEDIA” (1983)

      QUANDO CON GLI AMICI MI RITROVO AL BAR NON SO MAI CHE FARE
      PASSO LE SERATE RIPENSANDO A DOVE POTER ANDARE
      FORSE UNA PUPA MI SCONVOLGE UN PO’
      NEANCHE IL LIBANESE NON LO SENTO PIU’

      INEDIA INEDIA UNA CANNA ED UNA SEDIA
      INEDIA INEDIA UNA VITA SULLA SEDIA

      CREDO NELL’AMORE MA NON LO TROVO MAI
      SOLO TANTI GUAI
      TROPPO INCASINATO, INCOMPRENSIBILE
      MA CHE CAZZO HAI
      L’INSODDISFAZIONE E’ LATENTE IN ME
      NON CAPISCO NIENTE MA IO SO PERCHE’

      INEDIA INEDIA UNA CANNA ED UNA SEDIA
      INEDIA INEDIA UNA VITA SULLA SEDIA

      HO BISOGNO ASSURDO DI COMUNICARE A QUELLI COME ME
      PIENI DI TENSIONE ED ELETTRICITA’
      CHE COSI’ NON VA’
      DAI SALTIAMO UN PO’ E NON CI PENSIAMO PIU’
      COSI’ DOPO ALMENO CI TIRIAMO SU’

      INEDIA INEDIA UNA CANNA ED UNA SEDIA
      INEDIA INEDIA UNA VITA SULLA SEDIA

  6. Per quanto riguarda gli AVIDA, puoi trovare “La bustina” su VVAA “Firenze sogna” CD + libretto, edita nel 1993 da Materiali Sonori. Su questa compilation ci sono, tra gli altri, anche: Litfiba, Diaframma, Cafè Caracas (con alla chitarra Ghigo Renzulli dei futuri Litfiba ed alla voce Raf), Alcool, Neon, Magazzini Criminali (unico LP nel 1980 dal titolo “Crollo nervoso” su Italian Records)

  7. mmhh… il solito equivoco, di chiamare con lo stesso nome due cose diverse. Praticamente nessuno che abbia frequentato la scena punk dagli esordi ha poi continuato dopo l’81/82, e non solo per motivi anagrafici. Non dico che quella fosse migliore o peggiore di quello che è stato dopo. Era semplicemente un’altra cosa. E anche il fatto di includere i Bloody Riot nel siparietto “non vi drogate” è abbastanza ingenuo. Prima studiare, poi scrivere di punk.

  8. @papank: il testo dei bloody riot mi pare inequivocabile, che poi fossero convinti di quello cantavano -francamente- non lo so, illuminaci!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: