Ho fatto tredici (Lucky Thirteen)!

Ma allora, quanto valgono i vinili del punk e post italiano? Provo a darvi una ricostruzione ragionata del valore attuale/di mercato dei tredici (..porta fortuna) dischi più validi e/o valorizzati dell’epoca di riferimento di questo blog (anni 1977-1982), chiaramente ce ne sono altri ma questi costituiscono la crema del lotto ed il must have di ogni serio (e facoltoso) collezionista della penisola..

Sicuramente i prezzi che ho indicato lasceranno scontento qualche venditore ma certo non è possibile ed anzi sarebbe un errore, indicare i prezzi massimi a cui alcuni di questi dischi vengono proposti (ma non necessariamente venduti, si badi bene!).

Cominciamo per ordine di mero valore economico, altrimenti i Gaznevada sarebbero al n.1 anzichè al n.13

Hardcore/Transilvania 1760″, Mittageisen, 71979 – Sadist € 700,00

E’ la perla più ricercata del lotto, ne furono  stampate 100 copie ma probabilmente ne circolarono solo 50.Musicalmente si tratta di punk d’impronta anglo sassone ed in effetti il riferimento ai dischi di Siouxssie è esplicitato nel nome della band milanese.

Split EP”, Indigesti/ Wretched, 7” 1982 – autoprodotto € 700,00

Esordio dei due gruppi che hanno iniziato (e finito) l’hard core italiano. Proposto oggi a prezzi scandalosi, contiene (ben) tre inserti.

Split EP”, Tampax/Hitlerss, 7” 1979, – Compact cass. €350,00

Registrazione storica, si tratta del primo disco autoprodotto della scena indie italiana. I due gruppi naoniani in azione incarnano il punk italico più vero e genuino del lotto. Grandi i Tampax, particolari le copertine artisticamente scarabocchiate, una per una, da Plastic Girl. Respect!

Scenderemo nelle strade”, Nabat, 7” 1982 – C.A.S. €350,00

Incisione di importanza mondiale per il movimento oi’ skinhead. Meno raro (2000 copie?) di quanto venga ritenuto e di conseguenza venduto. Il singolo successivo Laida Bologna vale € 150 di meno (la vetrina del Disco d’Oro a Bo ne era letteralmente tappezzata nel 1984.)

Punk”, Decibel, LP 1978 – Spaghetti rec. €250,00

Sono loro, quelli di Enrico Ruggeri e di Sanremo. Tutto sommato si tratta di un disco genuino anche se brani risultano firmati (ma non era vero) dai Dik Dik (aaaaargh!)… peccato che poi siano arrivate le tastiere.

Documentario”, Confusional quartet, 3 flexy 7” 1981 – Italian Rec.€200,00

Serie di flexy solo promozionali da parte dei Residents italiani; è il disco la cui valutazione mi lascia più dubbi: mai battuto su e bay a memoria d’uomo.

Inascoltable”, Skiantos, LP 1977/79 – Harpo’s music €160,00

L’unico ’77 del lotto anche se si trattava della cassetta (l’LP è del 79). Session di registrazione incasinatissima e piena di gente; a metà tra il punk ed il freak. Oggi lodevolmente ripubblicato in cd e libro dalla Shake edizioni , ma con errorini:  v. pag. 60 del libro ove è chiaramente riportata la cover originale del LP Harpo’s (non ancora Italian rec.) e non della tape, come dichiarato. Ps: nel proclama contenuto nella back cover è riportato che gli Skiantos sono “nevrociti” e non “nevrotici”, dove è l’errore?


Chapeau!

Schiavi nella città più libera del mondo”, AV, 7” 1981 – Attack punk €100

Suonava un’intera generazione di bolognesi alternativi e anarchici; ne esistono varie edizioni e ristampe; vinile rosso nella tradizione Attack punk (v. CCCP)

W.W.3”, Kaos Rock, LP 1980 – Cramps €80,00

I rivali cittadini dei Decibel; probabilmente loro non si prendevano sul serio, voi fatelo!

C’est disco”, Rats, LP 1981 – Nice €100,00

I cocchi di Red Ronnie. Artisticamente validi e “diversi”. Diffidate delle reunion annunciate. Claudia Lloyd was a pop star! Anch’esso in attesa di doverosa ripubblicazione digitale.Attenzione si tratta del primo disco autoprodotto in italia sulla lunga distanza!

Lucy Foster”, Luti Chroma, 7” 1978 – Introvabile rec. €70,00

Se allora Bowie li avesse sentiti li avrebbe prodotti, salvo poi pentirsene. Bel pezzo comunque.

Hibernation”, Chrisma (Krisma), LP 1979- Polydor (clear vinyl) €60,00

L’unico del lotto pubblicato da una major ma i due Arcieri non scherzavano già da anni. Disco di elettronica molto raffinato che risente dell’epoca ma non più di tanto.

Nevada Gaz”, Gaznevada, 7” 1980 – Italian rec. €45,00

Immensi, appena abortito il Centro d’Urlo Metropolitano, diedero una scossa ai frikettoni che li ospitavano e li silurarono per sempre col pezzo wave più potente e drammatico della storia tricolore. Da ascoltare nelle scuole.

(segue)

Annunci

~ di lexspeed su ottobre 7, 2008.

5 Risposte to “Ho fatto tredici (Lucky Thirteen)!”

  1. mi sembrano un po’ esagerate ste cifre.
    in giro i decibel li ho visti a 30 euro.
    e i gaznevada a 15…

    in ogni caso, bel blog. mi abboono.

  2. la tua osservazione mi permette di chiarire un altro criterio che mi ha indotto a pubblicare le quotazioni: una (piccola) parte del prezzo indicato è dettata dal pregio dell’opera, dunque i singoli (perchè gli LP hanno assolutamente le quotazioni indicate) di Decibel e Gaznevada costituiscono per lo storico della wave italiana due pietre miliari e dunque quel prezzo è influenzato anche da considerazioni che travalicano la oggettiva rarità. Le quotazioni cui ti riferisci, poi, sono rinvenibili esclusivamente su ebay, che non è l’unico criterio dirimente per il prezzo, visto che il mercato è fatto si di aste digitali ma anche di commercio tradizionale (fiere, scambi, vendite dirette). Ciao

  3. no guarda, senza alcuna polemica, ma i singoli in questione li ho visti all’ultima fiera del disco a bologna. e l’lp dei krisma a 25 euro.
    ovviamente ebay non fa testo e non lo guardo neanche.
    ok per il pregio dei dischi, ma alcuni prezzi li trovo lo stesso un po’ altini.
    è anche vero che chi possiede lo split indgesti wretched difficilmente è intenzionato a venderlo…
    in ogni caso, se questa è la tua collezione, ti invidio davvero tanto!
    ciao

    • Nell’articolo si parla dell’LP dei Decibel e non dei loro 7″. In ogni caso le quotazioni, oltre ad essere soggettive (per quanto si possa fare riferimento al Record Collectors Guide, ad altri libri di quotazioni, ad Ebay etc.) sono anche influenzate dalle condizioni del disco (vinile, copertina, labels, inserti, tipo di edizione etc.) e da altri fattori.

  4. Ciao!
    Confermo, relativamente ai Decibel, le due quotazioni distinte: quella dell’LP e quella del singolo.
    … con tutto che se trovassi realmente il singolo a soli 25/30 euro farei salti di gioia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: