MA QUALE E’ IL PIU’ RICERCATO? (What’s the Holy Vinyl Grail?)

Nel corso delle mie perigrinazioni viniliche su e bay o per mostre più volte mi sono imbattuto in gemme nere da collezionare e la maggior parte delle volte qualcun altro se le è assicurate, a caro prezzo; qualche buon colpo l’ho comunque messo a segno, ma quale è il Sacro Graal tra i vinili post punk? Risposta ardua, ma cominciamo a mettere un po’ di paletti alla ricerca: innanzi tutto valutiamo solo il periodo che va dal 1978 al 1981, poi limitiamo, almeno in questo post, la ricerca all’Inghilterra e valutiamo il pregio in base al prezzo di mercato e non necessariamente al numero di copie stampate.Qualcuno ben informato subito mi dirà che è il primo EP dei Joy Division (la cui cover abbiamo già ritratto) An Ideal For Living, valutato oggi sulle 800 sterline e stampato in sole 1000 copie; così come in sole 1000 copie è stato stampato nel 1979 il primo EP 12” degli U2, Three (conosciuto anche come Out of Control – CBS), che grazie alla perdurante popolarità del gruppo irlandese oggi supera (solo se è la versione con lo sticker limited edition attaccata, please) le quotazioni dei Joy Division. Anzi possiamo dire che oggi nel 2011 questo disco abbia battuto il record essendo stato -incredibilmente – aggiudicato ad oltre 5mila eurini

 u2.jpg

Sicuramente esiste qualcosa di più raro perché stampato in minor copie, anche se non necessariamente di più costoso, come ad esempio  Girl from the Snow Country (ed.Liberty – 1980) di JJ Burnel, leader degli Stranglers, che non è mai stato distribuito se non in pochissime copie in due tonalità marrone o blu (la marrone è ancora più rara), che si attesta sulle 500 sterline.

 burnel.jpg

 Potrei poi continuare con il simpatico flexy del gruppo anarco punk Crass dal titolo Our Wedding dalla storia originale: nel 1981 alla rivista femminile LOVING (tanto per intenderci era l’equivalente di Cronaca Vera) venne accluso un voucher che, se spedito all’editore, consentiva di ottenere in cambio una copia del disco dei punkettoni; le lettrici che esercitarono l’opzione sicuramente cestinarono o regalarono il disco, visto che una volta messo sul giradishi il grazioso vinile bianco con immortalati una coppia di sposi, quello che vomitava a livello di musica e testi l’impianto stereo ve lo lascio solo immaginare, così facendo molte affezionate lettrici  oggi si mangeranno le mani, anzi le ben curate unghie, ripensando al fatto che hanno buttato via almeno 300 sterline!

crass.jpg

Annunci

~ di lexspeed su febbraio 21, 2008.

2 Risposte to “MA QUALE E’ IL PIU’ RICERCATO? (What’s the Holy Vinyl Grail?)”

  1. Salve
    Ti volevo ringraziare per tutte le informazioni fornite e spero che tu voglia ampliare questo spazio,con ancora piu’ materiale-
    Io ho acquistato tanti di dischi,che poi sono risultati,non originali,e forse avrei dovuto approfondire di piu’ la mia conoscenza,e grazie a persone come lei,che mettono a disposizione sul web la loro conoscenza e professionalita’,ho cominciato a fare esperienza,e sopratutto spendere bene-

    Silvano

  2. caro silvano, grazie del post.
    in effetti il problema dei fakes è ormai divenuto rilevante.
    In teoria un onesto venditore dovrebbe segnalarli ma l’unica risorsa oggi è non farsi prendere dalla fretta e consultare internet. altra questione è quella delle seconde/terze stampe che normalmente nessuno ti segnala e sono francamente difficili da individuare… vedrò se postare qualcosa sull’argomento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: